CRONOPROGRAMMA DELLA SECONDA FASE
BANDO PER LA SELEZIONE DEI GRUPPI DI AZIONE
LOCALE (GAL) E DEI PIANI DI SVILUPPO LOCALE (PSL)

PUBBLICATO SULLA G.U.R.S. N. 25 DEL 29.05.2009

 

DOMENICA 11/10/2009
CONVOCAZIONE RIUNIONE PER L’ATTIVAZIONE DELLA SECONDA FASE FINALIZZATA ALLA PRESENTAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE (PSL);

VENERDÌ 23/10/2009 ORE 18.30 – S.TERESA DI RIVA, VILLA RAGNO:
INCONTRO DI APPROFONDIMENTO FINALIZZATO ALLA REDAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE;

SABATO 24/10/2009 ORE 10.30 – CASTELMOLA, AULA CONSILIARE:
INCONTRO DI APPROFONDIMENTO FINALIZZATO ALLA REDAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE;

SABATO 24/10/2009 ORE 18.00 – ROCCAVALDINA, AULA CONSILIARE:
INCONTRO DI APPROFONDIMENTO FINALIZZATO ALLA REDAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE;

DOMENICA 25/10/2009 ORE 10.30 – MAZZARÀ SANT’ANDREA, AULA CONSILIARE:
INCONTRO DI APPROFONDIMENTO FINALIZZATO ALLA REDAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE;

MERCOLEDÌ 28/10/2009
PRESENTAZIONE, ENTRO LE ORE 14.00, AL PROTOCOLLO DEL COMUNE DI FIUMEDINISI (SOGGETTO CAPOFILA) DI TUTTA LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA AI SOCI PUBBLICI E PRIVATI PER LA FORMALE COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ CONSORTILE A RESPONSABILITÀ LIMITATA “PELORITANI, TERRA DEI MITI E DELLA BELLEZZA S.C.A.R.L.”;

SABATO 31/10/2009 ORE 9.00 – FIUMEDINISI, AULA CONSILIARE:
COSTITUZIONE DELLA SOCIETÀ CONSORTILE A RESPONSABILITÀ LIMITATA “PELORITANI, TERRA DEI MITI E DELLA BELLEZZA S.C.A.R.L.” E DELL’AGENZIA DI SVILUPPO “PELORITANI S.P.A.”;

DOMENICA 08/11/2009 ORE 9.00 – FIUMEDINISI, AUDITORIUM FE.N.A.P.I., VIA LENTINIA, 2:
RIUNIONE DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI PER L’APPROVAZIONE DEL PIANO DI SVILUPPO LOCALE (PSL);

LUNEDÌ 09/11/2009 – PALERMO, ASSESSORATO REGIONALE DELL’AGRICOLTURA E DELLE FORESTE – DIPARTIMENTO INTERVENTI INFRASTRUTTURALI – SERVIZIO X LEADER:
PRESENTAZIONE DI TUTTA LA DOCUMENTAZIONE PREVISTA PER LA SECONDA FASE – BANDO PER LA SELEZIONE DEI GRUPPI DI AZIONE LOCALE (GAL) E DEI PIANI DI SVILUPPO LOCALE (PSL) – PUBBLICATO SULLA G.U.R.S. N. 25 DEL 29.05.2009

08-09-2009 Ottomilioni e mezzo di euro per il Gal “Peloritani, terre dei miti e della bellezza”. E’ questo il primo risultato raggiunto, grazie all’inserimento nella graduatoria regionale del Gruppo di azione locale, che coinvolge 46 Comuni della provincia di Messina…

Superata la prima fase, per la selezione dei Gruppi di Azione Locale (GAL) e dei Piani di Sviluppo Locale (PSL), che prevedeva la presentazione delle proposte di candidatura da parte dei partenariati pubblico/privati che erano già costituiti o intendevano costituirsi in GAL, l’Amministrazione regionale, attraverso apposita commissione, ha verificato i requisiti di ammissibilità, ha proceduto alla valutazione dei partenariati dei relativi territori, della qualità e coerenza delle strategie proposte, ed ha ammesso alla successiva fase di selezione il costituendo GAL “Peloritani, Terre dei Miti e della bellezza”.

Il punteggio minimo di accesso, richiesto dal bando, per l’ammissione alla seconda fase, era pari a 60 punti sui 100 attribuibili, e ne sono stati attribuiti 73,84. Adesso nella la 2ª fase, ciascun partenariato ammesso dovrà redigere e presentare il PSL ( Piano di Sviluppo Locale), entro e non oltre il 04.11.2009.

Cateno De Luca, Sindaco del comune di Fiumedinisi, delegato alla presentazione della domanda di partecipazione del Gal “Peloritani, Terra dei Miti e della Bellezza”, ha esposto, davanti a numerosi Sindaci e amministratori, in rappresentanza dei 46 comuni soci del costituendo GAL, oltre che a numerosi rappresentanti dell’associazionismo locale e comprensoriale aderenti, la proposta strategica di sviluppo dell’Area dei 46 comuni, che dalla valle dell’Alcantara, interessando tutti i peloritani, dalla fascia jonica arriva fino alla fascia costiera tirrenica. Proposta che, attenzionerà principalmente lo sviluppo di misure atte ad un rilancio produttivo, promozionale e di basso impatto ambientale della rete artigianale, rurale e turistica,degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari.

Il PSL (Piano di Sviluppo Locale), sarà fondato su aspetti peculiari del territorio individuato e punterà sulla messa in rete delle risorse locali e sulla valorizzazione di una o più eccellenze, ovvero sulla soluzione di problemi specifici (es. mancanza di servizi essenziali, degrado del paesaggio rurale e recupero delle identità territoriali) o ancora sulla creazione di un nuovo concept del territorio attraverso l’introduzione di attività innovative.

 

Tempostretto.it

Navigazione articoli